ESTRATTO DALL’INVENTARIO DEL 2006 DEI MONUMENTI STORICI DEL CANTONE DEI GRIGIONI

L’Engihuus (casa di Engi) è situata nel centro del villaggio di Valendas. La parte più vecchia della costruzione è una casa colonica con Feuerhaus (casa per il fuoco) in muro e zona giorno e notte costruita con corde che, grazie a un’analisi dendrocronologia, è stata datata nel 1517. Costituisce l’ala meridionale dell’odierno complesso immobiliare orientato verso la fontana. Successivamente è sorta, a nord, una costruzione a “specchio” che venne, precedentemente, collegata all’immobile tramite un’ala a sviluppo centrale. La facciata a capanna si orienta verso la piazza della fontana, sebbene esista da essa solamente un accesso diretto alla vecchia Wirtsstube (locale dell’osteria). L’entrata principale è situata sull’asse del corridoio centrale e si apre sulla Kantonsstrasse.
A occidente, intorno all’anno 1674, venne aggiunta una costruzione accessoria con loggia orientata verso la piazza della fontana. L’immagine attuale delle facciate risale a una ristrutturazione del tardo XIX secolo.

Ciò che è accaduto nella casa è stato trasmesso solamente in parte. Sicuramente è servita inizialmente come casa contadina, quindi come Gasthaus (locanda) “Stern” e da negozio del villaggio. L’ultimo proprietario si chiamava Engi e conferì alla casa il nome usato fino a poco tempo fa di “Engihuus”. Engi fu l’ultimo buralista postale della Svizzera registrato ufficialmente nell’orario generale ufficiale che portava giornalmente la posta a Dutjen con la sua pariglia di cavalli. Giornali

Per circa 20 anni la casa è rimasta vuota e forniva al villaggio storico di Valendas solamente la sua facciata. Nel 2009 il comune di Valendas ha donato la Engihuus alla fondazione Valendas Impuls, con la condizione di utilizzare lo storico immobile nell’interesse della comunità del villaggio. La Gasthaus am Brunnen dovrà aiutare a mantenere il lavoro nel villaggio e a generare valore, insieme al progetto “faszinatur Valendas Rheinschlucht”, per contadini, operatori turistici, persone che lavorano con la cultura, fornitori locali e teste creative.

Per le opere di ristrutturazione e ampliamento si è riusciti a ottenere la collaborazione del rinomato architetto dei Grigioni e professore alle SPF Gion A. Caminada. Per Valendas un colpo di fortuna! Egli desidera modificare la casa in modo tale che possa corrispondere alle moderne pretese dei suoi prossimi utilizzatori, facendola inserire in modo organico nel contesto del cuore del villaggio. Con la sua architettura diventerà possibile ciò che la fondazione desidera ottenere con la ristrutturazione: il ripristino di una casa da tutelare e contemporaneamente la creazione di un vivace punto di incontro nel villaggio, che fonde insieme gente del posto e amici di Valendas in una forte comunità.